DISPOSIZIONI PER INVALSI ESAME DI MATURITA' E TERZA MEDIA

02.05.2015 18:50

Pubblicato l'Allegato tecnico INVALSI per l'anno scolastico 2014/2015
Le sezioni evidenziate in giallo sono aggiornate alla normativa emanata per il corrente anno.

 

Per i candidati con DSA che necessitano di una versione informatizzata della prova nazionale non segnalata al momento dell’iscrizione, è possibile farne richiesta all’INVALSI entro il 5 giugno 2015 solo ed esclusivamente attraverso il modulo “Modifica dati iscrizione” (...)
Gli alunni con certificazione di DSA possono sostenere la prova con l’ausilio degli strumenti compensativi utilizzati in corso d’anno e con un tempo aggiuntivo stabilito dalla singola sottocommissione, di norma, di 30 minuti. (...)

 

MATURITA'

ORDINANZA MINISTERIALE NR 37 :  om37.pdf (721,2 kB)

                                                       om37_14_all1 - Modelli di verbale.pdf (521171)

 

Istruzioni e modalità organizzative e operative per lo svolgimento degli esami di Stato conclusivi dei corsi di studio di istruzione secondaria di secondo grado nelle scuole statali e non statali. (19 maggio) Anno scolastico 2013/2014

Art.18

Esame dei candidati con dsa o con bes

1. La Commissione d’esame – sulla base di quanto previsto dall’articolo 10 del decreto del Presidente della Repubblica 22 giugno 2009, n.122 e dal relativo decreto ministeriale n.5669 del 12 luglio 2011 di attuazione della legge 8 ottobre 2010, n. 170, recante Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico – nonché dalle Linee Guida allegate al citato decreto ministeriale n. 5669 del 2011, - considerati gli elementi forniti dal Consiglio di classe, terrà in debita considerazione le specifiche situazioni soggettive, adeguatamente certificate, relative ai candidati con disturbi specifici di apprendimento (DSA), in particolare, le modalità didattiche e le forme di valutazione individuate nell’ambito dei percorsi didattici individualizzati e personalizzati. A tal fine il Consiglio di classe inserisce nel documento del 15 maggio di cui al decreto del Presidente della Repubblica n.323 del 1998 il Piano Didattico Personalizzato o altra documentazione predisposta ai sensi dell’articolo 5 del decreto ministeriale n. 5669 del 12 luglio 2011. Sulla base di tale documentazione e di tutti gli elementi forniti dal Consiglio di classe, le Commissioni predispongono adeguate modalità di svolgimento delle prove scritte e orali. Nello svolgimento delle prove scritte, i candidati possono utilizzare gli strumenti compensativi previsti dal Piano Didattico Personalizzato o da altra documentazione redatta ai sensi dell’articolo 5 del decreto ministeriale 12 luglio 2011.

39

Sarà possibile prevedere alcune particolari attenzioni finalizzate a rendere sereno per tali candidati lo svolgimento dell’esame sia al momento delle prove scritte, sia in fase di colloquio.

(segue....)

Per altre situazioni di alunni con Bisogni Educativi Speciali (BES), formalmente individuati dal Consiglio di classe, devono essere fornite dal medesimo Organo utili e opportune indicazioni per consentire a tali alunni di sostenere adeguatamente l’esame di Stato. … A tal fine il Consiglio di classe trasmette alla Commissione d’esame il Piano Didattico Personalizzato. In ogni caso, per siffatte tipologie, non è prevista alcuna misura dispensativa in sede di esame, mentre è possibile concedere strumenti compensativi, in analogia a quanto previsto per alunni e studenti con DSA.

 

TERZA MEDIA

Nota 3587 del 2014 : Terza media permanente DSA e BES - nota 3587 2014.pdf (118,3 kB)                            

 

Oggetto: esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione.

Nel rammentare che lo svolgimento dell’esame di Stato conclusivo della scuola secondaria di primo grado resta disciplinato dalle istruzioni trasmesse con circolare ministeriale n. 48 del 31 maggio 2012, contenente indicazioni a carattere permanente, si forniscono ulteriori indicazioni per i candidati, interni o privatisti, con disturbi specifici di apprendimento o con altri bisogni educativi speciali, in analogia a quanto precisato per i candidati all’esame di Stato conclusivo del secondo ciclo di istruzione.

(segue....)

 

Gli  alunni con Bisogni Educativi Speciali (BES), formalmente individuati dai singoli Consigli di classe, possono utilizzare all'esame gli strumenti compensativi previsti nel proprio PDP. Per siffatte tipologie, infatti, non è prevista alcuna misura dispensativa in sede di esame, sia scritto che orale, mentre è possibile concedere strumenti compensativi, in analogia a quanto previsto per gli alunni con DSA.

CIRCOLARE MINISTERIALE DEL 31 MAGGIO 2013 : cm48_13.pdf (66,6 kB)

                                                                               prot3080_13.pdf (401,5 kB)    

                                                                               prot3080_13_all1 - Allegato Tecnico.pdf (61630)

 

Esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione. Istruzioni a carattere permanente

"Si rammenta che lo svolgimento dell'esame di Stato al termine della scuola secondaria di I grado resta disciplinato dalle istruzioni fornite con C.M. n. 48 del 31 maggio 2012,contenente indicazioni a carattere permanente.
Per quanto concerne la Prova Nazionale INVALSI, si acclude un "Allegato tecnico", debitamente aggiornato con una nuova tempistica e modalità di realizzazione"

ALLEGATO TECNICO 2015 : Terza media - INVALSI allegato tecnico 2015.pdf (3,7 MB)

 

Anno scolastico 2014/2015

Per i candidati con DSA che necessitano di una versione informatizzata della prova nazionale non segnalata al momento dell’iscrizione, è possibile farne richiesta all’INVALSI entro il 5 giugno 2015 solo ed esclusivamente attraverso il modulo “Modifica dati iscrizione” 

(...)

Gli alunni con certificazione di DSA possono sostenere la prova con l’ausilio degli strumenti compensativi utilizzati in corso d’anno e con un tempo aggiuntivo stabilito dalla singola sottocommissione, di norma, di 30 minuti. 

(segue...)